« Corsi Web Marketing di Madri, novembre 2007 | Main | Maisazi Day: il piano di comunicazione per un evento »

Campagne PPC, Web Analytics e prove

Lo dico sempre nei miei corsi e prima ancora lo insegnavano a me: mai far partire una campagna senza aver fatto tutte le prove e verificato che accessi e conversioni (soprattutto queste ultime) siano regolarmente tracciate dal software di Web Analytics.

Sembra banale, invece non lo è tanto e chi lo fa frequentemente lo sa.

Il primo problema è che la maggior parte dei sistemi di Web Analytics tiene traccia del primo accesso del visitatore e se ne ricorda per tutta la visita. Che significa? che Se arrivo ad un sito dai risultati organici di una SERP, lui memorizza in un cookie la chiave. Ipotizziamo che dopo qualche minuto noi si faccia un secondo accesso, stavolta da un annuncio PPC. Stavolta, però, invece che registrare la chiave, il sistema tiene ancora la vecchia. Il che, badate, è giusto nell'ottica di tenere traccia delle visite multisessione.

Questa cosa, però, ci crea problemi nella fase delle prove, perché fatta una prima prova, siamo obbligati a cancellare i cookie prima di fare l'altra. Bella rottura, tenuto conto l'alto numero di blog, forum e portali di cui così ci perdiamo i dati di accesso. Che palle

Va anche considerato che alcuni strumenti tengono conto anche del tempo. Quindi non basta cancellare il cookie, bisogna lasciar passare 30 minuti (meglio 40, per sicurezza) tra una prova e l'altra. Che palle 2

Poi c'è il problema dell'IP. Per escludere dalle statistiche le nostre visite, filtriamo l'IP. Ovviamente quando facciamo la prova, vorremmo inserirlo. Se lo inseriamo, però, potremmo avere problemi con gli accessi che fanno i nostri colleghi (usciamo in 100 in NAT) senza che noi lo si sappia. Che palle 3

Allora, produttori di strumenti di Web Analytics, me lo date un pulsantino col quale posso dire "me li cancelli i cookie, ma solo quelli del nostro sito e non tutti gli altri?"

Già che ci siete, mi date, che so, un IP fittizio col quale fare le prove resettando ogni volta la visita, come se io fino a tre secondi fa non fossi esistito?

"Frà, è difficile, però. Forse impossibile" - stanno per dirmi i programmatori ed io rispondo - "Certo. Che vengo a chiedere cose facili? Che gusto c'è, se no?"

D'altro canto, 'sti software per la Web Analysis volete venderli sul serio? Allora date retta agli analisti, no?

[...rumore di fradefra che scappa per evitare i soliti pomodori marci, ben rendendosi conto di tirare l'acqua al suo mulino...]

Commenti (3)

'Allora, produttori di strumenti di Web Analytics, me lo date un pulsantino col quale posso dire "me li cancelli i cookie, ma solo quelli del nostro sito e non tutti gli altri?"'

ancora meglio, Fra: l'esclusione del proprio browser via cookie. Lo fa il semplice php-stats, ad esempio. Figuriamoci se non possono farlo anche tutte le varie soluzioni di web analytics...

Carlo:

Ip fittizio? e lo chiedi ai produttori di strumenti di Web Analytics? Scusami ma... che stai dicendo? mahh...

Se si tratta solo di navigare attraverso un browser, i sistemi per cambiare il proprio ip ci sono, e sono i Proxy.

Per quanto riguarda i Cookie da cancellare ogni volta è ancora più facile, basta utilizzare un Browser alternativo, magari installato direttamente su una chiavetta Usb, tutti i cookie vanno li e tu non perdi quelli che hai sul tuo pc.

Insomma basta utilizzare Firefox + Tor installati su una chiavetta USB.

Carlo, le cose che tu dici sono giuste, ma ne vanno tenute altre.

Intanto chi fa web analytics per i clienti (non per il proprio sito), non può avere 5 configurazioni per ogni cliente, con altrettanti browser, chiavette, ecc. ecc.
Potrebbe, ma gli diventa un bel "casino".

Va anche detto che gli analisti quasi mai sono tecnici (e ci mancherebbe), quindi di Proxy, ecc. ecc. meglio che non ne sappiano nulla! Il loro lavoro è un altro.

Poi, anche così, perché non farlo fare al software di statistica, che facendolo potrebbe dare parecchio valore aggiunto. Ad esempio, inserendo un IP fittizio per le navigazioni di prova, poi potrebbe dare indicazioni di queste navigazioni, lasciandole separate dal resto. Inoltre proprio su queste parti di report si potrebbe concentrare l'attenzione dell'analista intanto che fa le prove (non dopo, ovviamente).

Scrivi un commento


YoYo - Formazione rotolante, Via Zara 30, 36040 Orgiano (VI) - Tel. +39 349 2207339 - P.IVA 03441480245
Per iscrivervi ai corsi o ricevere maggiori informazioni contattate Mariangela Balsamo scrivendo a mariangela.balsamo@yoyoformazione.it