« Web Analytics: unificare i visitatori di più domini | Main | Prima del corso e-commerce, comprate! »

Conta molto il posizionamento sui motori di ricerca?

Potrebbe sembrare strano che a dirlo sia io, che di SEO mi occupo da ormai 7 anni e da più di dieci di Web Marketing, ma a volte penso che il posizionamento sui motori di ricerca non sia più importante come una volta, o meglio, che non sia maggiormente competitivo rispetto ad altri strumenti.

Intendiamoci, non sto dicendo che in assoluto non sia importante, ma che rispetto alle performance di 5 anni fa, qualcosa è cambiato.

Ricordo che allora bastava posizionare un po' di chiavi (ovviamente scegliendole bene) ed i risultati arrivavano ed inoltre era facile farlo. Oggi tutto è diventato più oneroso (non difficile). Le chiavi vanno studiate con maggiore attenzione in virtù della grande frammentazione e di long tail chilometriche. Il posizionamento è diventato più oneroso in termini di attività, quindi anche economicamente. Inoltre vi sono altre variabili che oggi incidono molto più che ieri. Per fare un esempio, la maggior coscienza da parte dei navigatori spesso rende vana l'azione di posizionamento (e sono contento che sia così, certi siti sarebbe meglio che non si vedessero ).

Oggi le azioni SEO sono efficaci (anche in relazione al costo) solo se sono inserite in una strategia complessiva di Web Marketing. Diversamente avranno dei ritorni (perché qualche ritorno c'è quasi sempre), ma il rischio è che questi non giustifichino la spesa.

Ormai da anni, alle richieste di preventivo da inviare a fronte di due chiacchiere al telefono (non parliamo poi dei soli contatti email) rispondo gentilmente dicendo che non sono la persona adatta. Se non c'è modo di incontrarsi, valutare gli obiettivi aziendali a lungo e breve termine, verificare le condizioni operative, capire gli obiettivi del sito (che non devono essere necessariamente quelli dichiarati dell'azienda), preferisco declinare e passare la palla a qualcun altro.

 

Cosa propongo?

Io propongo, ed insegno nei nostri corsi, un posizionamento invisibile, non erogato come servizio, ma facente parte del cantiere che costruisce il sito. Questo è l'unico posizionamento che mi sento di consigliare ad occhi chiusi e solo se c'è un responsabile web marketing da qualche parte. Ciò che dobbiamo comprendere, infatti, è che il posizionatore, che gli piaccia o no, non può lavorare se non alle direttive di un Responsabile che gli dica cosa fare (e qualche volta anche come) nell'ambito di una strategia complessiva. Chi sia questo responsabile è da stabilire azienda per azienda, ma deve esserci, pena il confinare il posizionamento al semplice tirar su qualche chiave nelle SERP.

E badate, scegliere le chiavi non è la cosa più difficile, come pensano molti. Sì, è difficile, ma ancor più difficile è definire l'obiettivo del sito e disegnare una strategia che metta assieme le varie azioni possibili in termini di Search Engine Marketing (che non è il PPC, come pensano molti) e meglio ancora di Web Marketing (perché vi ricordo che il SEM è solo un di cui del Web Marketing).

 

Quali ostacoli vedo?

L'ostacolo maggiore è che tale figura di Responsabile Web Marketing in realtà sia sconosciuta nelle aziende, dove c'è è spesso solo un titolo su un bigliettino da visita ed a volte è solo il signore che fa le pagine o le fa fare.

Per quanto riguarda i fornitori, la situazione non è migliore. I motivi sono molti e sono convinto che tanti diranno - "Frà, che dici? Di consulenti web marketing ce ne sono a pacchi e ne abbiamo anche noi" - ma io vorrei una volta organizzare un convegno e fare quattro chiacchiere tra noi, per vedere quanti progetti abbiamo alle spalle. Tre progetti non fanno un responsabile web marketing, meglio dirselo subito. Aver gestito 5 clienti, magari nello stesso settore, non è un'esperienza sufficiente per considerarsi consulenti e tanto meno esperti. In altri settori dell'economia italiana, se non si hanno dieci anni alle spalle, non si è nessuno e nessuno ti darebbe credito.

In sostanza, abbiamo ormai tutti i SEO che vogliamo, ma non abbiamo nessuno in grado di farli lavorare come si deve.

 

Un consiglio gratis?

Tanto, se non vi piace potete sempre buttarlo nel cesso . Il consiglio è - Non affannatevi a diventare SEO (o posizionatori, se vi piace di più). Tentate di diventare Responsabili o Consulenti Web Marketing. Di lavoro ce n'è a tonnellate - E lo dice uno che tiene i corsi di posizionamento!

Commenti (9)

Quoto al 300% questo post.

Io che vivo quotidianamente sia l'esperienza del SEO in house che quella del consulente, non posso che approvare quanto hai scritto.

E' vero che un SEO non può fare molto per la sua azienda senza la figura del responabile web marketing alle spalle, verissimo che poter vantare esperienza anche in questo settore come in tutti è necessario avere una grandissima esperienza.

giovanna:

Ciao Francesco,
in attesa di partecipare al corso di Posizionamento sui motori di ricerca per scoprire cosa sia "posizionamento invisibile" ti chiedo quali competenze dovrebbe avere un buon web marketing manager? e che percorso formativo deve essere affrontato per diventarlo? Te lo chiedo da aspirante a questo ruolo.

Ciao Fabio, tutto pronto sul Lago Maggiore? :)

Giovanna, ecco qui la Mappa Formativa YoYo, in cui trovi il percorso per un Consulente o Responsabile Web Marketing.

Ovviamente poi alcune cose andrebbero rifinite in funzione dei desideri personali di specializzazione, però in linea di massima dovrebbe rispondere alle tue domande.

Ciaooo

Ciao Francesco,

se per essere responsabili di web marketing a pieno titolo occorrono 10 anni come dici ("In altri settori dell'economia italiana, se non si hanno dieci anni alle spalle, non si è nessuno e nessuno ti darebbe credito.") allora, a parte te, credo che non ne esista neanche uno!
:)

Sono pienamente d'accordo. Il Seo è solo una parte del Webmarketing che ora deve comprendere diverse competenze. Bisogna smettere di parlare solo di posizionamento. Salire nelle SERP non è poi così difficile, ma è bene capire se quei visitatori che cliccheranno sul nostro sito nelle prime posizioni sono veramente interessati al nostro prodotto, o generano solo traffico, magari occupando la banda ed impedendo ad altri, veramente interessati, di visitarci.
Non solo posizionamento, ma visibilità. Per essere visibili ora si devono utilizzare tutti gli strumenti possibili del web. Dai video, a second life, google earth, flickr, ai post nei blog di settore, al proprio corporate blog per dare le risposte alle ricerche dei nostri potenziali clienti che utilizzano altri canali oltre a Google.

@Web copywriter
Beh, guarda, di gente che ha dieci anni di esperienza ce n'è molta, in relazione al Web Marketing. Il problema è che ha altro da fare che non il Responsabile Web Marketing :P

Scherzi a parte, magari basterebbero anche cinque o sei anni di esperienza web, purché poi ce ne siano altri 5 o 6 di vita aziendale intensa, meglio se nelle aree commerciali o marketing. Le due cose assieme potrebbero dare ottimi frutti.

Ciao Francesco,
rispetto alla tua opinione sulla seniority di un WM manager ideale ho qualche perplessità: oltreoceano ad esempio i professionisti di successo in questo settore spesso sono molto più giovani dei nostri quadri e probabilmente è proprio questa caratteristica che aiuta il mercato statunitense a rimanere al passo con un'evoluzione frenetica ed imprevedibile delle abitudini di consumo dei media e delle tecnologie.

Un'esperienza pregressa offline è importante da acquisire per un web marketing manager, soprattutto nel complesso settore del commercio elettronico, non scordiamoci però che è ancor più essenziale la perfetta dimestichezza con il mezzo internet e le dinamiche ad esso associate, anche quelle ancora in divenire.

Nel prossimi corsi sul web marketing quindi, oltre a verificare chi ha esperienza negli acquisti online, prova a chiedere anche chi naviga quotidianamente, chi riceve newsletter promozionali, chi utilizza social network e chi naviga da telefonino, sono sicura che rimarrai sorpreso dalle risposte dei tuoi allievi ;)

Daniela, sono assolutamente d'accordo con te. Servono entrambe le cose. Quello che volevo dire, è che essere bravi su Internet non basta ad essere un bravo Responsabile Web Marketing, perché mancherebbero alcune componenti fondamentali, tra cui la visione aziendale, fondamentale, secondo me.

La mia esperienza è senz'altro più breve e limitata, ma mi sento di condividere il tuo post in pieno. Anzi, ti dirò di più. Era proprio una riflessione che stavo facendo in questi giorni tra me e me.

Antonio

Scrivi un commento


YoYo - Formazione rotolante, Via Zara 30, 36040 Orgiano (VI) - Tel. +39 349 2207339 - P.IVA 03441480245
Per iscrivervi ai corsi o ricevere maggiori informazioni contattate Mariangela Balsamo scrivendo a mariangela.balsamo@yoyoformazione.it