« Borsa di studio a Giorgio Soffiato | Main | Conversion rate ed accessi diretti al sito »

Perché far sedie è difficile e far web marketing è facile?

Quando lavoravo con Cesarino Morellato, prima in Daup S.r.l. poi in Popularity S.r.l., ogni tanto glielo sentivo dire: "Scusi, ma io potrei fare sedie così come le fa lei?" - rivolto all'imprenditore produttore di sedie che aveva davanti.

Ovviamente non si trattava realmente di sedie, ma la situazione era frequente e continua ad esserlo.

Parlo di imprenditori che mi chiamano per una consulenza web marketing, mi chiedono consigli, in generale apprezzano le mie proposte, mi fanno anche i complimenti, però poi loro pensano che sarebbe più giusto fare questo, che in fondo loro sono diversi, che forse è più giusta quella certa forma, che il loro sito sarebbe meglio che fosse fatto in quel certo modo, che sul motore di ricerca sarebbe meglio comparire con la frase che loro hanno creato.

In sostanza, il web marketing è una cosa semplicissima ed uno che sappia fare sedie, sicuramente sarà anche capace di gestire un progetto di visibilità su Internet, dal Sito ai Motori di Ricerca, passando per la Pubblicità e la Comunicazione (volutamente tutto in maiuscolo).

"Scusi, ma io saprei fare sedie solo perché tutti i giorni le uso?" - mi sono ritrovato a chiedere a quel signore che le sedie le faceva e voleva da me un sito, continuando con - "Se lei fa sedie, perché ora vuol occuparsi di web marketing?" - e soprattutto - "Ma allora, se sa già tutto, perché m'ha chiamato?"

Non cambio mestiere solo perché ho l'impressione che anche gli altri professionisti abbiano lo stesso problema, quindi preferisco gestirmi il mio, ma giuro che ogni tanto mi verrebbe voglia di mandare qualcuno a quel paese. Quelli che non accettano indicazioni sul loro lavoro, ma ne danno continuamente a me sul mio, che mi chiamano e mi pagano per avere una indicazione e subito dopo tentano di spiegarmi perché hanno ragione loro ed io torto, che mi fanno una domanda creandosi da sé la risposta.

Calma, calma, calma, calma, calma, calma...

Ok, mi sono calmato...

Fatemi pensare... mubble mubble...

Che filtro posso mettere al telefono per non trovarmi neppure davanti alla loro scrivania? Cosa chiedo per capire in anticipo chi è fatto così ed evitare di prendere quel lavoro? Aspetta che vado dalla mia psicologa, sentiamo che dice

Commenti (9)

Ciao fra!
concordo e sottoscrivo completamente la tua riflessione/sfogo...

capita molto molto spesso anche a me, nel mio piccolo, a dover fare delle analisi e consulenze per dei clienti, impiegando ore ed ore a capire come strutturare meglio e trovare la soluzione più efficace con il minimo sforzo (mio e loro) e successivamente, venir tagliato fuori dicendo, ma tanto ai miei clienti piace così...

più che "sono io il markettaro di turno" il problema è "se quello che ho detto io con un minimo di cognizione di causa, mescolato con le idee tue che nascono dall'immaginario, di chi è la colpa se la soluzione applicata non funziona?"...

relativamente alla tua domanda ora come ora non ho idee (è ancora mattina :-D) ma non è facile, anche perchè di questi tipi a volte si nascondono nelle proposte per poi saltare fuori quando tu ormai hai finito e li casca l'asino.... :-D

La frase "Scusi, ma io saprei fare sedie solo perché tutti i giorni le uso?" è assolutamente magnifica...
Credo proprio che la userò spesso dato che sintetizza il problema alla perfezione... devo pagarti il copyright?!?

Ora comunque vado ad aprire un negozio di sedie e vediamo che succede...

P.S.
C'è un piccolo bug nella form dei commenti che provoca la cancellazione dei dati inseriti, ti descrivo la procedura per replicarlo:
1. compilo i campi nome, email, sito
2. seleziono la checkbox "Ricordo le tue info?"
3. clicco in una qualunque posizione sulla pagina
4. la form viene resettata (per fortuna non il commento ;-) )

Ops... ti ringrazio Marco.
P.S.
Fammi sapere se riesci a venderle, le sedie :p

@Mattia
Se trovi il modo, fammi sapere :)

S.:

Prova con:

"Il mio lavoro è come quello del medico.

Io faccio le analisi del caso, do una ricetta, con una posologia specifica. Sta poi a lei, paziente, rispettarla se vuole ottenere i risultati concordati ed ogni alterazione della posologia può avere effetti collaterali anche gravi.

In ogni caso la mia parcella sarà salatissima ed anticipata, indipendentemente dai risultati ottenuti.

Le interessa ancora la mia visita?"

Orco, Stefano, sai che quello che dico oggi, prima di andare ad un incontro, è molto simile a ciò che hai suggerito? :)

Cris:

Ciao Fra,
il problema esposto in questo Post è, secondo me, la chiave di volta di noi consulenti web.

La prima cosa da fare non appena entri nell'ufficio del tuo potenziale cliente è quella di fargli capire l'importanza e la difficoltà del nostro lavoro.

Dopo circa cinque minuti riesco subito a capire se:

Davanti a me c'è l'azienda che mi ha chiamato per essere posizionata ed è consapevole di quello che sta' facendo, quindi rispetta le mie consulenze e prende nota di quello che si dovrebbe fare, poi se firma o no il contratto non importa;

Davanti a me c'è l'azienda che mi ha chiamato perchè il suo concorrente è davanti a lei con determinate parole chiave, ovviamente non sa cosa siano i motori di ricerca, vorrebbe 10.000 visite uniche al giorno e i centralini intasati per le richieste e pensa che Internet sia una cosa passeggera;

Sono contento di sapere che ci sono consulenti molto più bravi di me che si trovano in queste situazioni, pensavo di essere il solo e che tutto dipendesse da me!

Ciao Fra, il tuo blog è una forza!!

Grazie Cris :)
Non dico che divento rosso, che tanto non ci crederebbe nessuno ad una cosa simile detta da un markettaro come me :p

achille:

io ho fatto il porto d'armi e mi sento molto meglio... :)

ciao fra!

Gulp, Achille, addirittura il porto d'armi? :p

Scrivi un commento


YoYo - Formazione rotolante, Via Zara 30, 36040 Orgiano (VI) - Tel. +39 349 2207339 - P.IVA 03441480245
Per iscrivervi ai corsi o ricevere maggiori informazioni contattate Mariangela Balsamo scrivendo a mariangela.balsamo@yoyoformazione.it