« Il nuovo ufficio di YoYo - Formazione rotolante | Main | Ottimizzazione: via i parametri delle campagne »

Web Marketing e notifiche Facebook

Come sapete, sono iscritto su varie comunità per studiarne le caratteristiche in termini di Web Marketing e da qualche tempo sono attivo su Facebook, devo dire con grande divertimento. Inoltre, sto imparando qualcosa, che vorrei condividere.

Prima di iniziare, se siete interessati, questo è il link del mio profilo. Seconda premessa, oggi parliamo di atteggiamenti web markettari. Chi usa Facebook per divertirti o per altri fini, ignori quanto mi accingo a scrivere. Se invece considerate la comunità come un modo per fare anche Web Marketing, allora fateci una riflessione.

Parto da un concetto che ritengo importante: chi si occupa di Marketing, e quindi anche di Web Marketing, lo fa a tempo pieno, H24. Non ci sono pause, non ci sono ferie, non ci sono feste, non c'è distinzione tra vita professionale e privata.

Faccio un esempio: se devo comprare un quadro per la mia struttura, perché non trasformare la cosa in un modo per promuoversi, anche se solo indirettamente? Ecco il post con l'annuncio della ricerca del quadro per la scuola di cucina su maisazi.com che poi ho ripreso in vari punti su Facebook. Mi spiace, non c'è un link per mostrarveli, potete vederli sulla mia bacheca se avete un account Facebook. In sostanza, ho trasformato una necessità estetico/operativa in una occasione di Web Marketing.

Parliamo a questo punto di notifiche. L'invio delle notifiche è una funzione importantissima di Facebook, che nessun web markettaro dovrebbe lasciare disattivata. Non credo ci sia bisogno di troppe spiegazioni sul perché, mi limito semplicemente a ricordarlo. Infatti, ho notato varie persone che esplicitamente dicono di essere interessati alla visibilità sul web, che poi in realtà tengono le notifiche disattivate. Questo è un esempio di disaccoppiamento celebrale delle aree di competenza . Sono interessato alla visibilità, ma non voglio essere disturbato dalle notifiche che mi segnalano che sono coinvolto in qualcosa.

La visibilità su Facebook, come su molte altre comunità, non si ottiene pubblicando notizie, ma principalmente partecipando alla vita generale della comunity. Non che la pubblicazione di proprie cose non sia importante, ma si ottiene molto di più partecipando alle iniziative degli altri (commenti a note, stati, foto, ecc.) Avere le notifiche disattivate, riduce notevolmente la conoscenza di ciò che avviene sul micro-mondo e ciò è decisamente negativo.

Commenti (10)

a breve altre pillole, vero? perche' io mi sono iscritta a facebook per lo stesso identico motivo, con la differenza che devo farne una relazione a breve :D

ciao!

Yes, Morena. Arriveranno un po' di considerazioni, mano a mano che metabolizzo le idee che mi sto facendo.

Una è già pronta per i prossimi giorni :)

sto spulciando anch'io le possibilita' pubblicitarie del mezzo e devo dire che ce ne sono parecchie, pero' bisogna sfruttarle nel modo giusto; spero che l'azienda che mi ha dato l'incarico decida di investirci quel poco necessario in modo da fare qualche prova... nel frattempo ci cazzeggio per conto mio, ehehe

Parto da un concetto che ritengo importante: chi si occupa di Marketing, e quindi anche di Web Marketing, lo fa a tempo pieno, H24. Non ci sono pause, non ci sono ferie, non ci sono feste, non c'è distinzione tra vita professionale e privata.
Parto con una premessa pure io: mi spiace per te. Ma sinceramente, dico. :)

Se c'è una cosa che a me, ma sto notando anche a altri, da DAVVERO fastidio è la cannibalizzazione di spazi non *propri* ed *esclusivi* per utilizzarli a scopo promozionale/pubblicitario.

E' una visione distorta quella che porta a considerare fb, gli aggregatori di news, gli rss e così come strumenti di solo traffico o quasi. Lasciando perdere aspetti etici siamo sicuri che tale metodologia funzioni? E che magari non faccia l'effetto contrario, cioè additarci come fastidiosi/spammosi e bloccarci un futuro guadagno quando serva?

Io ho cancellato finora almeno un centinaio di *amicizie* perché ossessivi: gente che ti invita ad un evento ogni 5 minuti, gente che ti manda privati con il link del loro sito, gente che ti chiede di iscriverti a gruppi insulsi tipo: www.sito.ext: il gruppo di chi lo ama. Con il risultato che hanno perso un potenziale cliente nel caso di un'offerta davvero interessante. E non sono il solo...

per quel poco che conosco francesco, questa tecnica assillante e - concordo - fastidiosissima e' l'esatto opposto di quel che intende lui: sono arrivata al webmarketing con il massimo della diffidenza partendo da tutt'altro settore e quel che mi ha convinto che non tutto era da buttare e' stato proprio l'approccio per niente invasivo che adotta fra :)

Massy, sfondi una porta aperta.
Ogni nostro corso inizia con una breve introduzione, circa un'ora, in cui spieghiamo alcune cose fondamentali che sul web italiano creano grande confusione.

La prima è che marketing e pubblicità sono due cose molto molto molto molto diverse.
Fare marketing non significa fare pubblicità (anche se molti lo intendono così).

Quando parlo del marketing sulle comunity, io parlo principalmente dello studio, della relazione, del capire il mercato, del ricevere feedback, non dell'inviare messaggi promozionali (infatti non credo tu ne abbia ricevuti di miei :p )

Facebook (e non solo) non va impiegato a questo modo, come se fosse solo un sistema diverso per fare email marketing.

Per esempio.
Su Facebook sto conoscendo molte persone che si stanno presentando come visitatori di YoYo. In sostanza, sto dando una faccia a chi ci legge (non a tutti, ovviamente). Persone che prima non conoscevo, ora le conosco. Posso interagire con loro, chiedere pareri, ecc.

Se dovessi tradurre marketing con una sola parola, io sceglierei studio, non pubblicità.

Quando dico che il markettaro è open H24, intendo principalmente che "è ricettivo" H24, non che "rompe" H24. Essere ricettivo significa cogliere la parola che al bar un avventore ha appena detto e comprendere che potrebbe essere una chiave di ricerca, ad esempio. Non intendo che approfitto per dargli il mio volantino.

Essere ricettivi H24 significa ricevere in chat su Facebook una domanda a cui pensavo di aver dato risposta in modo esauriente sul sito ed accorgermi che evidentemente non è così, che su qualcosa non sono stato chiaro, se il signore ha sentito l'esigenza di chiedermi.

Ecc. ecc.

Sì, Fra, infatti credo di aver interpretato il tuo articolo con una visione simile alla mia. :)

Sono d'accordo con te e mi piacerebbe che non passasse il solito pensiero, non tuo e lo so bene: woow, un nuovo strumento. Ora spammo.
Cosa che stanno facendo in tanti.

Già, Massy, ma lasciamoli spammare. Perderanno opportunità e non capiranno perché :D

francesca :

Le notifice in bachecca ok e vada pure quelle di hotmail ke sono utilissime ma come fare x cancellare le centinaia di notifiche che restano propio alla voce notifiche del propio profilo? Facebook è molto valido ma a mio parere ha bisogno di esser migliorato e semplificato x ki come me cerca di raccapezzarsi tra le mille procedure inglesi ke appaiono oure sullaversione italiana!!
Ciao a tutti!!

Ciao Francesca, grazie del contributo e benvenuta sul blog :)

Scrivi un commento


YoYo - Formazione rotolante, Via Zara 30, 36040 Orgiano (VI) - Tel. +39 349 2207339 - P.IVA 03441480245
Per iscrivervi ai corsi o ricevere maggiori informazioni contattate Mariangela Balsamo scrivendo a mariangela.balsamo@yoyoformazione.it