« Studio Cappello cerca SEM/SEO | Main | Eliminare i contenuti doppi, per i parametri di campagna »

Marketing su Facebook, non stravolgiamo le regole

Come sapete, mi sono iscritto da qualche tempo su Facebook per studiare la comunità e farmi un'idea delle sue potenzialità in relazione al Web Marketing. Pretendere d'aver capito è troppo, ma qualche idea comincio a farmela e quindi vi espongo qualche considerazione.

Facebook è una comunità e come tale ha sue regole, che la sociologia potrebbe facilmente prevedere e descrivere. Nulla di male a frequentare Facebook con l'obiettivo della visibilità, ma l'importante è che si comprendano le consuetudini di chi vi vive o si faranno disastri.

Prima regola, su Facebook la maggior parte delle persone vi sta per divertimento. Va tenuto presente, perché la cosa ha implicazioni gravissime per chi invece tenta un approccio serioso e lavorativo.

Seconda regola, non valgono molti degli schemi applicati in altri contesti. Ripetere certe azioni tali e quali, ha un effetto negativo sia sull'immagine, sia in termini di risultati. Per esempio:

  • creare dei gruppi col solo scopo di inviare messaggi, senza mai animarli in qualche modo;
  • invitare continuamente tutti a tutto;
  • mandare continuamente messaggi a tutti i propri contatti;
  • postare sulla propria bacheca ogni nuovo post del proprio blog;
  • continuare a creare gruppi, col solo scopo di invitarvi persone;
  • creare gruppi senza prima aver definito un obiettivo e una ragione;
  • iscriversi a tutti i gruppi, tanto per esserci.

A dirla tutta, i peggiori esempi di Web Marketing su Facebook li sto vedendo proprio da alcuni presunti esperti di Web Marketing, che conosco da anni, che da anni seguo in altri contesti e che vedo replicare su questa comunità quanto già fanno altrove, senza che si rendano conto che ogni comunità ha le sue regole.

 

Ok, individuato qualche problema, passiamo a qualche umilissimo consiglio

  • cambiate spesso la foto del vostro profilo;
  • siate attivi nelle ore d'ufficio;
  • caricate spesso qualche nuova foto;
  • selezionate i gruppi a cui iscrivervi e poi viveteli, animateli, fate che siano reali;
  • organizzate eventi ludici, possibilmente offline (l'online non è la panacea);
  • create una relazione con chi sta nei vostri contatti, evitando di limitarvi alla sola richiesta d'amicizia;
  • la chat c'è, usatela;
  • smettete di pensare al Web Marketing, è il modo migliore per farlo.

Commenti (5)

bel sunto :)

p.s. la foto mi sa che la cambiero' proprio poco, pero': odio farmi fotografare, al massimo la sostituiro' con qualche alternativa accettabile ;P

Ciao Fra,

mi piace il tuo post, ma non lo condivido in un punto. E ci mancherebbe che tutti fossimo uguali.

Il punto è quando dici di non pubblicare i link dei propri post. Posso darti ragione se fai una precisazione oculata del tipo di blog che si intende pubblicizzare. Ovvero se si tratta di un blog professionale, anzi aziendale, sono d'accordo, ma se è un blog personale, non ne vedo alcun lato negativo.

Sì, Seo_in_Abruzzo, parlavo ovviamente di chi si occupa di Web Marketing a fini aziendali, per un blog personale si può capire.

Però anche per un blog personale, ripetere uno ad uno tutti i post, potrebbe essere considerato eccessivo da molti. In teoria, la comunità andrebbe vissuta con contenuti unici, non come mezzo di trasmissione di qualcosa che si è posto altrove. Altrimenti Facebook invece di una comunità, sarebbe vista come un mezzo ed in termini di Marketing è molto diverso.

Cioè, io produco un contenuto per una comunità, esempio il mio blog. Poi con vari mezzi lo diramo. Esempio potrei mandare email, alert, feed, ecc.

Usare Facebook per diramare il contenuto di un blog, è snaturarne un po' l'essenza, perché facebook, appunto, non è un mezzo (come l'email o il feed), ma una comunità (come il blog). Si dovrebbe produrre contenuti originali o quanto meno autonomi.

Poi chiaramente il fatto che qualche volta si indichi un proprio post, direi che ci sta. Trovo sbagliato solo il farlo sistematicamente.

Si, vista così sono d'accordo.

Sono il primo, infatti a proporre saltuariamente alcuni titoli di post del mio blog (un incrocio tra professionale e personale) su Facebook al fine di "condividere" il mio post.

Del resto c'è anche da dire che Facebook non lo si può considerare un mezzo in nessun modo.
Già il fatto che sia circoscritto a nome utente e password e quindi non lasci indicizzare i suoi contenuti interni, lo rende inefficace per qualsiasi forma di indicizzazione parallela.

Se vogliamo metterla sul piano virale, può avere il suo senso, ma anche qua, o hai tonnellate di contatti oppure la cosa ti serve a poco.

Io, per esempio, per scelta ho deciso di aggiungere ai miei contatti solo quelli con i quali ho avuto almeno uno scambio di e-mail e ho qualche interesse reciproco.

Molti invece vanno di "richiesta di amicizia" a go-go ... forse snaturando anche la vera essenza dello strumento.

Cari amici di formazione rotolante,
aggiungo a queste buone osservazioni qualcosa dalla mia esperienza.
E' importante usare tutte le potenzialità di facebook. Ad esempio partecipare e creare dei quiz e dei test magari legati alle proprie pagine in facebook. Io ne ho creato uno che ho messo anche in uno dei due miei siti che si può fare anche fuori da facebook, salvo caricarne i risultati sul proprio profilo anche su facebook.
E' importante considerare che la visibibilità però si guadagna soprattutto partecipando alle iniziative create dagli altri più che proponendo le proprie. Quindi secondo me è importante accettare tutte le proposte di attività ludiche che avvicinano molto le persone e le fanno conoscere tra loro.
Per quanto riguarda gli eventi seocondo me è opportuno partire prima con qualche evento online. Lo scorso 25 febbraio per esempio ho condotto con successo il mio evento "Non Auguri Ma Progetti". C'era una chat pubblica con ospiti di successo a cui fare delle domande e tante risorse tutte gratuite a disposizione.

Scrivi un commento


YoYo - Formazione rotolante, Via Zara 30, 36040 Orgiano (VI) - Tel. +39 349 2207339 - P.IVA 03441480245
Per iscrivervi ai corsi o ricevere maggiori informazioni contattate Mariangela Balsamo scrivendo a mariangela.balsamo@yoyoformazione.it