« Ma tu i commenti non li vuoi? | Main | Non togliete la chiave dal PPC se siete tra i risultati naturali »

Basta con la chat, chiamatemi al telefono

Parto da uno sfogo personale, ma non prendetelo solo per questo. Si tratta, in realtà, di una considerazione importante sull'efficacia dei vari mezzi di comunicazione che abbiamo a disposizione per chiedere informazioni.

Ipotizziamo un contesto, un conoscente mi chiama in chat per avere indicazioni su come fare le description delle pagine del suo sito. Io gli chiedo di mostrarmi una pagina, la osservo, gli chiedo l'obiettivo del sito, gli scrivo la description migliore secondo me. Lui mi chiede come mai proprio quella, io gli spiego le tre o quattro regole per una buona description. Su ognuna di queste, lui chiede ulteriori spiegazioni, io tento di farlo, ma in chat ogni frase va spiegata due volte, devo mostrare degli esempi, devo spiegare i motivi. Ovviamente in qualche caso io mi spiego male, in qualche caso capisce male lui, quindi mi tocca rispiegare.

In sostanza, questa chattata va avanti per un'ora, invece al telefono sarebbero bastati pochi minuti.

Ricordiamocene sempre, l'efficacia maggiore ce l'ha una conversazione fatta viso a viso, subito dopo viene il telefono, quindi la chat, poi il forum, infine l'email. Ovviamente ci sono aspetti positivi nei sistemi a performance più basse, che val la pena di considerare. Per esempio: l'email lascia una traccia (la chat no) ed ha un livello di formalità più alto; il forum consente un'interazione a più punti (con tante chat è difficili, con l'email è uno stress); la telefonata riduce i costi (comunicare di presenza implica spostamenti).

Ormai da anni sono abituato a tutto ciò e quando vedo che la domanda che mi arriva in chat necessita di una spiegazione e non solo di una risposta secca, chiedo all'interessato di chiamarmi al telefono (no, non ho un piano ricaricabile). Questo perché anni di esperienza mi hanno insegnato che in chat sarò impegnato per decine di minuti mentre al telefono risolverò in un attimo, inoltre sarò sicuro del corretto trasferimento delle informazioni (in chat tutto è aleatorio e non si è mai certi del fatto che l'altro abbia interpretato correttamente ciò che io ho scritto).

L'aspetto divertente è che invece quasi sempre, alla mia richiesta di telefonata, l'altro rinuncia!

Che succede? Quali sono i motivi? Ve ne riporto alcuni, in chiave umoristica, ma comunque seri quanto basta per essere presi in considerazione.

Timidezza

L'interessato non ama parlare al telefono, non ha grossi problemi in chat, ma il solo fatto che si senta la sua voce, lo intimidisce. Non ridete, questa cosa è così tanto comune, da far sì che io la metta al primo posto.

Ok, mi spiace per voi, ma siete timidi e volete occuparvi di Web Marketing? Forse è il caso che riflettiate bene sulla vostra scelta ... in alternativa vi toccherà tentare di vincervi e magari il telefonarmi potrebbe essere anche una specie di esercizio.

Il tirchio

Il signore (perché non so come chiamarlo altrimenti) vuol risparmiare sulle telefonate. Ok, posso capirlo, ma qui il nostro amico per il suo giusto desiderio di risparmio, chiede a me di perdere 30 minuti del mio tempo, il che, francamente, non mi pare molto corretto nei miei confronti. Se la necessità è sua, che si prodighi lui per favorire me che gli sto dando una mano!

Urgenza, urgenza!

Quando non si paga, tutto è urgente, poi bastano 50 cent perché tutto si ridimensioni. Questo è quello che succede ad alcuni, che mi chiamano in chat per una cosa importantissima o urgente, ma quando io gli dico che stavo spegnendo per andar via, chiedendo loro di chiamarmi al telefono, ci rinunciano dicendomi che al limite mi richiameranno in chat nei prossimi giorni. Ma non era importante ed urgente?

Carico cognitivo

A volte la cosa non è per nulla importante o magari lo è pure, ma certo è che per alcuni è più facile, in termini di contenimento dello stress, il beccarvi al volo in chat. Telefonare significa dover prendere il telefono, cercare il vostro numero, comporlo, aspettare la linea, magari sapere di non trovarvi e dover ritelefonare. Invece vi hanno lì, vi vedono, vi hanno quasi presi, basta un click...

Lo so, pare strano, ma questo è stato psicologicamente spiegato, si chiama appunto innalzamento del carico cognitivo ed è una cosa reale, non fantascienza.

Non vorrei disturbarti

"Frà, non vorrei disturbarti con una telefonata mentre guidi" - mi dicono in tanti ed io mentalmente rispondo - "idiota, mi disturbi molto di più se mi tieni incollato alla tastiera con te per 30 minuti, mentre ho altro da fare"

Molti non capiscono che alcuni (come me) non stanno online per puro divertimento e che il tempo preferiscono passarlo in altro modo. Quando mi vedete online, sto lavorando. Volentieri sto in chat, ma per cazzeggio o per cose che non implichino spiegazioni e non per parlare di Web Marketing o di Posizionamento o di eCommerce. Vi assicuro che i miei divertimenti sono molto diversi. Quindi, se veramente volete limitare il disturbo, chiamatemi al telefono, così in due minuti abbiamo finito (e ripeto, non ho un piano ricaricabile).

Richiesta preventivi a mezzo mondo

"Scusa ma quanto mi serve per posizionare il mio sito" - mi chiede il tizio in chat e spesso via email" - ed io rispondo che non c'è un prezzo fisso, che ho bisogno di varie indicazioni per dare una stima, che è difficile e lungo farlo in chat o via email, che è preferibile sentirsi al telefono e poi ovviamente invierò un preventivo scritto formale.

La telefonata non arriva quasi mai. Che succede? Beh, spesso semplicemente la persona stava chiedendo lo stesso preventivo a mezzo mondo. Non che ci sia nulla di male, ma lui per risparmiare tempo e per un suo obiettivo, fa perdere tempo a me e ad altri 20 consulenti o aziende. Vi spiace se non ci sto? Tanto mica sono obbligato, no?

Conclusioni

Ormai da anni mi regolo così, non prendetevela a male. Se avete voglia di chattare con me di donne (o uomini, dipende), sesso, cucina, Asia Argento, feste, scie chimiche, Salsa portoricana, viaggi, io ci sono. Se invece vi servono informazioni (sul Web Marketing, in particolare, perché pare che proprio su questo si concentrino i maggiori telefono-fobici), usate solo la chat per beccarmi, ma preparate un gettone per telefonarmi. Se la cosa non vi va, vi giro i contatti MSN o i blog di parecchi amici, come Petrone, Paneghel, Morellato, Altavilla, Pelegatti, Gorgoni, Del Cortona, Cilia (indicati per cognome, così non ci sono dubbi). Sono tutti bravissimi e forse meno schizzinosi di me (uhm... ma non ne sarei così sicuro ).

Detta in altri termini, si può anche leggere come - "Se non siete così motivati da fare una telefonata, vuol dire che non era poi tanto importante e mi stavate solo facendo perdere del tempo perché era gratis".

 

Riservato a chi è arrivato alla fine - "Sfogo? No, se siete arrivati alla fine, forse avete capito che non si tratta di uno sfogo, ma di una vera e propria lezione di Comunicazione e Marketing (gratis). Quando si vuol comunicare, occorre scegliere il canale migliore per farlo e bisogna farlo non pensando a sé stessi, ma a chi sta dall'altra parte, se si ha interesse a comunicare". Queste regole non valgono solo tra chat e telefono.

Commenti (7)
reb:

concordo con quanto hai scritto: anch'io tendo a usare il telefono, se la faccenda si fa articolata e vale nei due sensi, sia quando sono quella che ha bisogno, sia quando sono quella che risponde... la chat va bene per un'info al volo, ma non per lunghi discorsi di spiegazione, la trovo fastidiosamente frustrante!

unica eccezione finora e' stato l'usarla per delle lezioni vere e proprie, impostate in modo che fosse chi parlava a dare il ritmo e sapendo che quello era tempo dedicato, percio' niente interruzioni, niente disgressioni e un obiettivo ben chiaro davanti gia' in partenza; nella fattispecie si trattava di lezioni sulle reti che contemplavano l'interazione online su un server remoto e li' sarebbe stato difficile usare altri mezzi o come hai giustamente detto tu, sarebbe stato meno efficace :)

Bellissimo post!
La chat nasce come mezzo di comunicazione informale, ludico, divertente, quindi non è corretto esagerare con le domande lavorative. Essere online non significa essere in ricevimento :-)
Il minimo che si possa fare per non approfittare della pazienza di chi ci ascolta, laddove si vogliano richiedere informazioni e non certo chiaccherare del più e del meno, è fare una telefonata!
E' sufficiente avere un pò di buon senso ;-)

Cesareone:

emm emm, io sono molto memo tollerante di Francesco e molto meno diplomatico :D
Consigli gratis a tutti e molto volentieri, lavoro? No grazie!! La differenza tra consiglio e lavoro credo sia chiara per tutti. No?

consiglio =
"...un conoscente mi chiama in chat per avere indicazioni su come fare le description delle pagine del suo sito ... gli scrivo la description migliore secondo me."

lavoro = "...Lui mi chiede come mai proprio quella, io gli spiego le tre o quattro regole per una buona description. Su ognuna di queste, lui chiede ulteriori spiegazioni, io tento di farlo, ma in chat ogni frase va spiegata due volte, devo mostrare degli esempi, devo spiegare i motivi. Ovviamente in qualche caso io mi spiego male, in qualche caso capisce male lui, quindi mi tocca rispiegare."

quando diventa un lavoro ... no grazie!!!

Francesco hai razionalizzato benissimo (come sempre) una cosa a cui non avevo mai pensato ma agito d'istinto.

bello leggere questo post a qualche anno di distanza da quando mi spiegasti il concetto... AL TELEFONO ;))

fradefra:

Oh, ragazzi, grazie dei vostri commenti, almeno so di non essere l'unico a pensarla così :)

Davide:

si, ma... in definitiva dov'è che chatti? se no noi sconosciuti come facciamo (...)?

fradefra:

@Davide
Chatto su Facebook, MSN, Meetic e fino a qualche tempo fa anche su ICQ e MIRC. Come vedi, ce n'è per tutti i gusti :)

Scrivi un commento


YoYo - Formazione rotolante, Via Zara 30, 36040 Orgiano (VI) - Tel. +39 349 2207339 - P.IVA 03441480245
Per iscrivervi ai corsi o ricevere maggiori informazioni contattate Mariangela Balsamo scrivendo a mariangela.balsamo@yoyoformazione.it